Il rosso e il nero
I ROMANZI e le FAVOLE di Nicoletta - Con la FANTASIA puoi essere Ovunque e Chiunque
RSS Segui Diventa fan

Articoli recenti

Perché si dice...?
Finalisti premio STREGA 2014
MO YAN
Povero lupo
ELIZABETH GEORGE

Categorie

Divagazioni
ESORDIENTI
EVENTI
fantascienza
favole
Giallo
Grandi di ogni epoca
Libri e libri
Lingua italiana
Modi di dire
neologismi
NOVITA' IN LIBRERIA
Ora
paranormale
PAROLE DIFFICILI
Scrittori
Viaggio nella scrittura
Video
powered by

Il blog di Nicoletta Niccolai

Il rosso e il nero

Il Rosso e il Nero
Celeberrimo romanzo di Stendhal,  pseudonimo letterario di Henri Beyle, autore francese (Grenoble, 1783 - Parigi, 1842),
è il ritratto morale e dei costumi della società della Restaurazione che, dopo il caos della Rivoluzione e del passaggio della grande stella napoleonica, è imbrigliata in un sistema gerarchico non certo ideale per le ambizioni di  Julien Sorel, il protagonista. Il giovane subirà una dura sconfitta, dal mondo che lo circonda, che lo porterà a perdere la vita ma non l’amore
Perchè il titolo: il ROSSo e Il NERO?
Il rosso evoca il sangue del crimine, la passione, che si lega quindi al nero del dolore e della morte.


Incipit 
La piccola città di Verrières può passare per una delle più graziose della Franca Contea. Le sue case bianche, dai tetti aguzzi di tegole rosse, si stendono sul pendio di una collina, le cui minime sinuosità son poste in evidenza da macchie di robusti castagni. Qualche centinaio di piedi sotto le sue fortificazioni, costruite un tempo dagli Spagnoli ed ora in rovina, scorre il Doubs. Sul lato nord la città è protetta da un'alta montagna, una delle diramazioni del Giura. Le cime frastagliate del Verra si coprono di neve fin dai primi freddi d'ottobre.



0 commenti a Il rosso e il nero:

Commenti RSS

Aggiungi un commento

Nome:
Indirizzo e-mail: (obbligatorio)
Sito web:
Commento:
Ingrandisci il tuo testo, trasformalo in grassetto, corsivo e applica tanti stili diversi con le tag HTML. Ti mostriamo come.
Post Comment