Il blog di Nicoletta Niccolai
I ROMANZI e le FAVOLE di Nicoletta - Con la FANTASIA puoi essere Ovunque e Chiunque
RSS Segui Diventa fan

Articoli recenti

Perché si dice...?
Finalisti premio STREGA 2014
MO YAN
Povero lupo
ELIZABETH GEORGE

Categorie

Divagazioni
ESORDIENTI
EVENTI
fantascienza
favole
Giallo
Grandi di ogni epoca
Libri e libri
Lingua italiana
Modi di dire
neologismi
NOVITA' IN LIBRERIA
Ora
paranormale
PAROLE DIFFICILI
Scrittori
Viaggio nella scrittura
Video
powered by

Il blog di Nicoletta Niccolai

Giallo

Elizabeth George

Elizabeth George è nata il  26 febbraio del 1949 a Warren, Ohio.

Si  è laureata alla University of California a Riverside. Ha inoltre frequentato la California State University di Fullerton, dove ha conseguito un master in Counseling / Psicologia e un dottorato onorario in lettere umanistiche.
Professionalmente, ha iniziato come insegnante: era impiegata presso Mater Dei High School di Santa Ana  ma è stata licenziata insieme ad altri dieci insegnanti per attività sindacale. Si è trasferita alla High School di El Toro, California (ora chiamato Lake Forest ), dove è rimasta  per il resto della sua carriera di insegnante di inglese che è terminata dopo tredici anni in occasione dell’uscita del suo primo romanzo:  A Great Deliverance (E liberaci dal padre),
Ha vinto il Premio Anthony, il Premio Agatha, e il francese Le Grand Prix de Letteratura policière proprio per il suo primo romanzo.
Le versioni televisive di quasi tutti i suoi libri sono state trasmesse dalla BBC in una serie: Il mistero PBS.
La maggior parte dei suoi romanzi sono stati girati per la televisione per la BBC e sono stati trasmessi negli Stati Uniti il ​​mistero di PBS.
 
1988 E liberaci dal padre (A Great Deliverance)


1989 La miglior vendetta (Payment in Blood
1990 Scuola omicidi  (Well-Schooled in Murder
1991 Il lungo ritorno (A Suitable Vengeance)
1992 Per amore di Elena (For the Sake of Elena
1993 Dicembre è un mese crudele  (Missing Joseph
1994 Un pugno di cenere  (Playing for the Ashes
1996 In presenza del nemico (In the Presence of the Enemy)
1997 Il prezzo dell’inganno (Deception on His Mind)
1999 Il morso del serpente  (In Pursuit of the Proper Sinner)
2001 Cercando nel buio (A Traitor to Memory)

2001 Un omicidio inutile  (I, Richard),
2003 Agguato sull’isola  (A Place of Hiding)
2005 Nessun testimone (With No One as Witness)

2006 Prima di ucciderla  (What Came Before He Shot Her)
2008 La donna che vestiva di rosso  (Careless in Red)

2010 Questo corpo mortale  (This Body of Death)

Quando il corpo di una giovane donna, colpito da numerose coltellate, viene rinvenuto in un isolato cimitero di Londra, Lynley e la sua squadra sono chiamati a intervenire. Ma questo non è un caso come gli altri: li condurrà infatti dalle cupe periferie londinesi allo Hampshire, una zona dell’Inghilterra sconosciuta ai più, un luogo bello e al tempo stesso inquietante, dove gli animali vagano liberi per le strade, i tetti sono ancora di paglia e gli estranei non sono i benvenuti. Una zona che nasconde segreti tragici, crudeli, efferati. Cosa ha portato la vittima dalla serenità apparente dello Hampshire alla caleidoscopica confusione di Londra, e chi poteva volere la sua morte? Sono troppi, e spesso misteriosi, i personaggi che si muovevano nella sua orbita: una pittoresca sensitiva, un violinista visionario che sente le voci degli angeli, un artista di strada che colleziona amanti; oltre a un ex fidanzato dal passato oscuro... Un puzzle intricato e sconvolgente, strutturato per condurre il lettore fino alla fine del romanzo con il fiato in gola. "Vide il cadavere, quello di una giovane donna, semisdraiata contro il muro; la posizione suggeriva che avesse inciampato all’indietro mentre veniva aggredita e fosse poi scivolata lungo la parete. Sopra il corpo c’era un disegno, un occhio dentro un triangolo con la scritta «Dio è wireless». Il pavimento di pietra era disseminato di pacchetti di patatine vuoti, involucri di barrette di cioccolato, panini e lattine vuote di Coca-Cola. C’era anche una rivista pornografica, più recente del resto di quella spazzatura, perché sembrava pulita e non era spiegazzata. Era aperta sull’inimagine del pube di una donna dalle labbra rosse che indossava stivali di cuoio, un cappello a cilindro, e nient’altro. Che posto ignobile per morire, pensò...".

2012 Un castello di inganni (Believing the Lie)
2013 Just One Evil Act t (Pubblicazione prevista per il mese di ottobre 2013)

 

JO NESBO

Mi sono imbattuta in Jo Nesbo comprando un tascabile: “Nemesi”.Dapprima ho fatto fatica a capire il personaggio, un detective al di fuori dei canoni convenzionali, e a recepire il suo stile ma, ben bresto sono stata rapita dalla trama e dalle atmosfere norvegesi.
Jo Nesbo nasce ad Oslo, in Norvegia, il 29 Marzo del 1960. E' cresciuto a Molde e si è laureato presso la Norwegian School of Economics and BusinessAdministration in Economia. Nesbø è soprattutto famoso per i suoi romanzi polizieschi che riguardano il detective Harry Hole, ma è anche il cantante principale ecompositore per la rock band norvegese Di Derre. Jo Nesbø, prima di intraprendere la carriera da scrittore, ha lavorato come giornalista freelance e come agente di cambio. E' del 1997 il suo primo romanzo, della serie Harry Hole, Flaggermusmannen ( in inglese The Batman ), non ancora pubblicato in Italia, che ha riscosso un successo immediato in patria, scalando le classifiche in pochissimo tempo e vincendo il Glass Key Award per il miglior romanzo giallo norvegese: solo il primo di numerosi premi vinti.

Il personaggio: HARRY HOLE:
E’ alto 1.93, i capelli corti a spazzola e i lineamenti duri, indossa anfibi Dr Martens, ama il Jim Beam e ha paura degli ascensori. Il suo nome è Harry Hole (Harri Hule), il protagonista della serie di romanzi gialli firmati Jo Nesbø.Il poliziotto della centrale di Oslo dal carattere difficile ma dall’indiscussa abilità investigativa che in modi più o meno ortodossi risolve i crimini della Oslo noir. 




  Harry Hole ritratto secondo il disegnatore Harald Nygård 






I GIALLI

(1997) - Flaggermusmannen / The Batman ( Non ancora Pubblicato in Italia) ·         (1998) - Kakerlakkene / The Cockroaches ( Non ancora Pubblicato in Italia) 
(2000) - Il pettirosso (Rødstrupe / The Redbreast) · 

        
(2002) - Nemesi (Sorgenfri / Nemesis) ·         
(2003) - La stella del diavolo (Marekors / The Devil's Star) ·         
(2005) - La ragazza senza volto (Frelseren / The Redeemer) ·         
(2007) - L'uomo di neve (Snømannen / The Snowman) ·         
(2009) - Il Leopardo (Panserhjerte' / The Leopard) ·          
(2011) - Lo spettro (Gjenferd / Phantom)



due trame:
NEMESI

Quando era entrato nella casa di Anna Bethsen la sera prima, il commissario Harry Hole pensava che sarebbe stato per l’ultima volta. Invece, quella mattina, dopo essersi svegliato sul divano di casa sua, coperto dal cappotto e completamente intorpidito dall’alcol, viene chiamato per un nuovo caso. Giunto sulla scena del crimine, scopre che questa coincide con la casa della donna, dove tutto pare uguale alla sera precedente, se non fosse che ora Anna è distesa sul letto con una pistola nella mano destra e un buco nero nella tempia.
Anna era un’artista, la loro era stata una storia di passione, alcol e liti furibonde, e quando la donna, dopo anni, lo aveva invitato a cena, Hole non aveva saputo resisterle.
Ma ora lei è morta e lui, che probabilmente è stato l’ultimo a vederla, non ricorda nulla della notte precedente. Quando però riceve una mail anonima che lo accusa di essere coinvolto nella morte di Anna, capisce che qualcuno sta cercando di incastrarlo e che dietro l’apparente suicidio può nascondersi ben altro. Dalla Norvegia al Brasile, seguendo un percorso che lo porta nel cuore della malavita organizzata, in un crescendo di morti, Harry scopre legami insospettabili, tra cui si snoda la forza oscura della vendetta.

LO SPETTRO

Sono passati tre anni da quando Harry Hole è andato via. Via da Oslo, via dalla Centrale di polizia, via dalla donna che ha amato e ferito troppo, e troppe volte. Ma dai suoi fantasmi no, da quelli non è riuscito a fuggire: l'hanno inseguito a Hong Kong e ora lo reclamano, e Harry non può non rispondere, non può non tornare. Oleg, il figlio di Rakel, il ragazzo che lui ha cresciuto come fosse anche figlio suo, è in carcere. Accusa: l'omicidio di Gusto Hanssen, il suo migliore amico. Movente: secondo gli investigatori, un regolamento di conti nel mondo della droga. Ma Harry non ci crede. Oleg, il suo Oleg, il bambino che lo teneva per mano e lo chiamava papà, può essere diventato un tossicodipendente, ma non un assassino. E a lui non resta che correre a casa, correre contro il tempo, in cerca di una verità diversa da quella già decretata. Una verità che si nasconde tanto nelle maglie dei sentimenti piú profondi che legano le persone, quanto nei quartieri dello spaccio, con l'ombra misteriosa di un nemico inafferrabile che lo vuole morto.

Il Commissario Montalbano

C’è chi lo ama e chi lo detesta, un po’ come il suo creatore Andrea Camilleri che a me, come scrittore, piace.
Salvo Montalbano è un commissario  di polizia che svolge le sue funzioni nell'immaginaria cittadina di  Vidata, sulla costa siciliana.   La Sicilia spicca nell’ambientazione, particolarmente curata, nell’uso frequente di parole dialettali ed anche nel carattere duro e dai modi sbrigativi del personaggio principale che ha però due grossi pregi, oltre a quello di risolvere i casi, l’amore per la buona cunina e per la lettura. 
Montalbano ha acquistato popolarità anche grazie alle serie televisive, interpretato da Luca Zingaretti, divenendo talmente famoso da sbarcare anche, sotto forma di fumetto, su Topolino.   
Come sara' il commissario Montalbano in pensione? ''Non ci arrivera' mai. Un autore modella il destino di un personaggio come vuole. E io ho deciso che Montalbano non andra' in pensione''. Cosi' Andrea Camilleri in un passaggio del suo intervento a un incontro agli studenti del liceo romano 'Virgilio', nell'aula magna dell'istituto, al quale ha partecipato il ministro dell'Integrazione e la Cooperazione, Andrea Riccardi, organizzato nell'ambito delle celebrazioni dell'Anno europeo dell'invecchiamento attivo. ''Sei anni fa -ha raccontato ancora Camilleri- scrissi l'ultimo romanzo e lo mandai a Elvira Sellerio. Montalbano non muore e non va in pensione...'', ha aggiunto con un sorriso lo scrittore, strappando l'applauso degli studenti.   

Tre libri (scelti a caso tra i tanti):

 - La prima indagine di Montalbano  
 Del commissario Salvo Montalbano credevamo ormai di sapere tutto: di conoscerne vita, morte e miracoli, i luoghi, i gusti, le compagnie... Ma il suo creatore, Camilleri, riserva ai suoi lettori ancora tante sorprese. Nei tre racconti del volume presenta un giovanissimo poliziotto, all'inizio della carriera, che intreccia una relazione non con la ben nota Livia, ma con una certa Mery; e il teatro delle sue indagini non è la solita Vigàta, ma uno sperduto paesino di montagna della Sicilia più segreta dal buffo nome di Mascalippa... Tra misteriose uccisioni di animali, ragazze troppo silenziose e troppo intriganti e il finto rapimento di una bambina, quello che risulta sempre familiare è l'incorruttibile carattere di Montalbano, con qualche intemperanza giovanile in più, ma già riconoscibile come uno dei più umani e amati protagonisti della narrativa italiana contemporanea.   



- Gli arancini di Montalbano  


Una serie di storie nelle quali il commissario Montalbano si imbatte nei delitti e nei criminali più eterogenei: una coppia di vecchi attori che recitano un funereo copione, un preside insospettabile che raggira una generosa prostituta, il padre di un mafioso che da innocente si trasforma in giustiziere... vicende di un'umanità sospinta dalle passioni più diverse, raccontate dall'amatissimo maestro del giallo italiano.   






- Le ali della Sfinge; La pista di sabbia

 Due indagini per il commissario Salvo Montalbano. Un Montalbano che qui troviamo invecchiato nel fisico, ma non certo nella mente, sempre acuta, brillante e guizzante. I suoi modi, bruschi ma schietti, parlano il linguaggio della gente. E gli odori, i sapori, i colori di questa Sicilia ci arrivano forti e vibranti in tutta la loro essenza. Ma la grande novità di questi due racconti, il loro leitmotiv è la scoperta dell’uomo Montalbano. Che il nostro commissario non fosse indifferente al fascino femminile, era cosa nota; ma stavolta, per la prima volta, si lascia avviluppare dallo “sciauro di fimmina” e travolgere con tutto il suo sentire. Non si ha l’impressione di un tradimento nei confronti della storica fidanzata Livia, ma lo scoprire un Salvo terreno, animato da sani istinti, ce lo rende più umano. L’innato umorismo misto a sarcasmo del nostro commissario, è elemento distintivo e caratterizzante anche dei personaggi che ruotano nella stazione di polizia di Vigata  dono prezioso per stemperare e sopravvivere alle brutture che la realtà purtroppo quotidianamente propone, ed alla quale è fin troppo facile assuefarsi.

Sherlock Holmes


Sherlock Holmes 
descritto dal suo creatore tramite le riflessioni della sua inseparabile e, non meno celebre, spalla ovvero il dottor John Watson:  
“Il suo sguardo era acuto e penetrante; e il naso sottile aquilino conferiva alla sua espressione un'aria vigile e decisa. Il mento era prominente e squadrato, tipico dell'uomo d'azione. Le mani, invariabilmente macchiate d'inchiostro e di scoloriture provocate dagli acidi, possedevano un tocco straordinariamente delicato, come ebbi spesso occasione di notare quando lo osservavo maneggiare i fragili strumenti della sua filosofia”.
In effetti Sir Arthur Conan Doyle, per inventare il proprio detective,  si ispiro' ad un celebre chirurgo dell'epoca: il dottor Joseph Bell; egli era stato suo docente di medicina all'Universita' di Edimburgo: "Leggendo alcune storie poliziesche fui colpito dal fatto che quasi sempre i risultati erano raggiunti fortuitamente. Pensai allora di cimentarmi nello scrivere una storia in cui il protagonista trattasse il crimine come il dottor Bell trattava le malattie ed in cui la scienza si sostituisse al caso". 
 A Conan Doyle la profonda conoscenza del crimine, dei criminali e dei cadaveri che aveva appreso grazie ad un altro suo insegnante universitario: Sir Henry Little-John, professore di medicina legale (sempre ad Edimburgo) e consulente della Polizia.  Sherlock Holmes è comparso in quattro romanzi e cinquantasei racconti , quasi tutti pubblicati sulloStrand Magazine. Tale ciclo di storie è suddiviso come segue: 
  •  Uno sudio in rosso(A Study in Scarlet – 1887), romanzo; 
  •  Il segno dei quattro (The Sign of Four – 1890), romanzo; 
  •  Le avventure di Sherlock Holmes (The Adventures of Sherlock Holmes – 1892), raccolta di 12 racconti; 
  •  Le memorie di Sherlock Holmes (The Memoirs of Sherlock Holmes – 1894), raccolta di 11 racconti; 
  •  Il mastino dei Baskerville (The Hound of the Baskervilles – 1902), romanzo;
  •  Il ritorno di Sherlock Holmes (The Return of Sherlock Holmes – 1905), raccolta di 13 racconti; 
  •  La valle della paura (The Valley of Fear – 1915), romanzo; 
  •  L’ultimo saluto di Sherlock Holmes (His Last Bow – 1917), raccolta di 7 racconti; 
  •  Il taccuino di Sherlock Holmes (The Case-Book of Sherlock Holmes – 1927), raccolta di 12 racconti    

La valle della paura 
è l'ultimo romanzo che Sir Conan Doyle ha dedicato al celebre investigatore privato londinese Sherlock Holmes. 
Il romanzo si divide in due parti: nella prima si narra dell'indagine svolta da Holmes e da Watson nel castello di Birlstone di John Douglas, trovato morto nel suo soggiorno con la testa irriconoscibile poiché colpita a bruciapelo da un fucile a canne mozze. Holmes si appresta a cercare delle tracce e trova, sulla finestra spalancata, delle macchie di sangue e alcune impronte sospette, inoltre si accorge che nella stanza manca qualcosa... Nel castello vivono la moglie di Douglas, Ivy, un suo amico, Barker, il maggiordomo, Ames, la governante Allen... Naturalmente Holmes, dopo alcuni esperimenti ed elucubrazioni ed approfondimenti e riflessioni riesce a trovare l'assassino, e quest'ultima scoperta ci porta alla seconda parte del romanzo, dove ci vengono narrati i fatti di quattordici anni prima dell'omicidio e non più in Inghilterra, bensì in America, nella cosidetta Valle della paura...

Hercule

E’ il celebre investigatore  Hercule Poirot nato dalla penna della grande Agatha Christie 
Grassoccio, di una certa ètà, alto poco più di un metro e sessanta, ex ispettore di polizia, lascia il Belgio, dove è nato, per trasferirsi in Inghilterra. 
Dotato di estrema calma, di meticolosità e precisione quasi ossessive  risolve casi intricati grazie ad una micidiale arma segreta: le sue celluline grigie
E’ maniaco anche nel suo aspetto, elegantissimo, calza sovrascarpe per non sporcare le calzature ma soprattutto è orgoglioso dei propi baffi, arricciati all’insù che cura continuamente. 

Non tutti sanno che Poirot a Styles Court  fu proprio il primo romanzo scritto dalla  Christie.   

Un assaggino di Le fatiche di Hercule  

Incipit:
L'appartamento di Hercule Poirot era arredato in uno stile essenzialmente moderno. Scintillava di cromature. Le sue poltrone, per quanto confortevolmente imbottite, avevano una linea squadrata e senza compromessi.
Proprio al centro di una di queste poltrone stava seduto, ordinato e composto, Hercule Poirot. Di fronte a lui, in un'altra poltrona, sedeva il dottor Burton, professore dell'All Souls, intento a sorseggiare con aria da intenditore un bicchiere di Chateau Mouton Rothschild offertogli da Poirot. Non c'era niente di ordinato e composto nel dottor Burton. Era grassoccio, trasandato e, sotto un ciuffo di capelli bianchi, il faccione rubizzo irradiava bonarietà. Aveva una risatina chioccia, profonda e un po' ansante e l'abitudine di ricoprire se stesso e quanto gli stava intorno di cenere di tabacco. Invano Poirot lo circondava di portacenere.    

E per chi ama le collezioni, questo è l’elenco completo dei gialli risolti da Poirot :  
Poirot a Styles Court. 1920.
Aiuto Poirot. 1923
Poirot indaga. 1924
L'assassinio di Roger Ackroyd o Dalle nove alle dieci. 1926.
Poirot e i quattro. 1927.
Il mistero del treno azzurro. 1928.
Il pericolo senza nome. 1932.
Se morisse mio marito. 1933
Assassinio sull'Orient Express. 1934
Tragedie in tre atti. 1935
Delitto in cielo. 1935.
La serie infernale. 1936.
Non c'è più scampo. 1936.
Carte in tavola. 1936.
Assassiniio sul Nilo o Poirot sul Nilo. 1937.
Due mesi dopo. 1937.
Quattro casi per Hercule Poirot, 1937.
La domatrice. 1938.
Il Natale di Poirot. 1938.
La parola alla difesa. 1940.
Poirot non sbaglia. 1940.
Corpi al sole. 1941.
Il ritratto di Elsa Greer. 1942.
Poirot e la salma. 1946.
Le fatiche di Hercule. 1947
Alla deriva. 1948
Il mondo di Hercule Poirot. 1951.
Fermate il boia 1952.
Dopo le esequie. 1953.
Poirot si annoia. 1955.
La sagra del delitto. 1956.
Macabro quiz. 1959
Sfida a Poirot. 1963.
Sono un'assassina.? 1966.
Poirot e la strage degli innocenti. 1969
Gli elefanti hanno buona memoria. 1972
I primi casi di Poirot. 1974.
Sipariio. 1975.

 

Philip Marlowe

Philip Marlowe, creato dal celebre scrittore di noir Raymond Chandler(23 luglio, 1888 – 26 marzo, 1959), si aggira tra i bassifondi di una New York degli anni Trenta, icona e simbolo del detective privato duro e solitario. 
Meticoloso e attento nel lavoro, non utilizza armi d’ordinanza. Sempre elegante, ama le donne, il bere ed il fumo. 
Non bada al denaro che spende per arrivare a risolvere i suoi casi. 

I personaggi che lo circondano sono cinici banchieri, egoiste seduttrici, arroganti ricchi, poliziotti corrotti.
La sua prima apparizione The big sleep (Il grande sonno) del 1939, cui ne seguirono altri (elencati qui sotto)
Quello pubblicato nel 1960 è postumo, uno è rimasto incompiuto e completato da Robert Parker. 
Nel 1973 l’argentino Osvaldo Soriano ripescò il personaggio scrivendo un altro romanzo nel quale lui stesso fa da spalla al famoso detective...

Il grande sonno (The Big Sleep)1939.
Addio mia amata (Farewell, My Lovely) 1940.  ·  
Finestra sul vuoto (The High Window) 1943  
La signora nel lago (The Lady in the Lake) 1943 ·  
La sorellina (The Little Sister) 1949. ·  
Il lungo addio (The Long Goodbye) 1953·  
Ancora una notte (Playback) 1958 ·  
La matita (The Pencil) 1960 racconto pubblicato postumo ·  
Poodle Spring Story, romanzo incompiuto (completato da Robert Parker) ·  
Triste, solitario y final 1973 di Osvaldo Soriano

Il Commissario Maigret

Un famoso personaggio letterario dei romanzi gialli è il commissario Maigret.
L’autore,  Georges Simenon, lo descrive come un uomo distinto, dalla corporatura massiccia, spesso burbero ma molto umano, bevitore, accanito fumatore di pipa ed amante della buona cucina. Conduce le sue indagini immergendosi negli ambienti in cui sono stati commessi i delitti ed  immedesimandosi nei personaggi, scavando nella loro umanità e personalità, fino ad arrivare, alle volte, a comprendere e quasi giustificare le loro azioni. Tra gli altri protagonisti, quasi sempre presenti in questi  polizieschi la signora Maigret, in ambito personale, ed in quello lavorativo gli ispettori Lucas, Torrence, Janvier e il giovane Lapointe

 I casi del commissario Maigret sono stati portati al successo cinematografico e televisivo grazie, anche, ad indimenticabili attori, uno per tutti: Gino Cervi. 
Fra il 1931 e il 1972 Georges Simenon ha pubblicato 76 romanzi e 26 racconti dedicati alle inchieste di questo intuitivo commissario. 

Di questi che ho elencato. quali avete letto?
Maigret e il Lettone .    Maigret si commuove    Maigret e il castellano    Maigret e il viaggiatore di 3a classe .    Maigret e una vita in gioco .    Maigret e il cane giallo .    Maigret e la casa delle Tre Vedove .    Maigret in Olanda .    Maigret al "Convegno dei Terranova " 1.  Maigret e la ballerina del Gai Moulin .  Maigret e l'osteria dei Due Soldi .  Maigret e l'ombra cinese .  Maigret e il caso Saint-Fiacre .  Maigret nella casa dei Fiamminghi .  Maigret e il porto delle nebbie .  

Maigret e il pazzo di Bergerac .  Maigret al Liberty Bar .  Maigret e la chiusa n. 1.  Maigret e il nipote ingenuo .  Maigret e il sergente maggiore1.  Maigret e la casa del giudice .  Un'ombra su Maigret .  Maigret e l'affare Picpus .  La ragazza di Maigret .  Maigret e la ragazza di provincia .  La collera di Maigret .  Maigret a New York .  Le vacanze di Maigret .  Ben tornato, Maigret .  La prima inchiesta di Maigret .  Il mio amico Maigret .  Maigret dal giudice .  Maigret e la vecchia signora .  L'amica della signora Maigret .  Le memorie di Maigret .  Maigret al night-club .  Maigret e l'affittacamere .  Maigret e la spilungona .  Maigret e i gangster .  La rivoltella di Maigret .  Le due pipe di Maigret .  Maigret ha paura .  Maigret si sbaglia .  Maigret ha un dubbio .  Maigret e la giovane morta .  Maigret è solo .  Maigret e il corpo senza testa .  La trappola di Maigret .  Uno scacco di Maigret .  Maigret si diverte.  Maigret viaggia .  Gli scrupoli di Maigret .  Maigret e i testimoni reticenti .  Una confidenza di Maigret .  Maigret alle Assise .  Maigret e gli aristocratici .  Maigret e il ladro pigro .  Maigret e la famiglia felice .  Maigret e il cliente del sabato .  Maigret e il vagabondo .  Maigret e l'affare strip-tease .  Maigret e il fantasma .  Maigret sotto inchiesta .  La pazienza di Maigret   .  Maigret e il Libanese .  Maigret e il ladro .  Maigret a Vichy.   Maigret esita L'amico d'infanzia di Maigret  et e la vecchia pazza . Maigret e l'uomo solo. Maigret e l'informatore. Maigret e il signor Charles  .                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                 

Miss Marple

Uscita dalla penna di Agatha Christie Miss Marple, è un anziana signora, mai sposatasi, che vive nel villaggio di St. Mary Mead.
E’ una donna curiosa, astuta ed osservatrice che, grazie a queste innate doti riesce a risolvere casi d’omicidio intricati e misteriosi che la vedono coinvolta.

La donna agisce e pensa da sola, raramente affiancata dallo scettico nipote scrittore Raymond West, a cui lei è tanto affezionata, e dalla moglie, anch’essa molto dubbiosa sulle capacità intuitive dell’attempata parente.
Il primo romanzo in cui apparve questo personaggio è stato La morte nel villaggio (The Murder at the Vicarage1930). 

Oltre ai 12 romanzi gialli (elencati qui sotto) Miss Marple è protagonista anche di alcune raccolte di racconti .  

Rex Staut

Rex Staut 
Prolificissimo scrittore americano ( Noblesville 1886 -  Danbury 1975  ) noto per aver dato i natali a Nero Wolf. 

I romanzi  editi in Italia, dedicati a questo investigatore che fonda le sue indagini sul ragionamento, superano la settantina e sono stati in auge grazie a tre fortunate serie televisive (secondo me la migliore quella con il GRANDE Buazzelli).  



Il secondo personaggio che compeggia in questi gialli è l’investigatore privato Archie Goodwin, spalla, o meglio gambe, del pachidermico Nero Wolf che non lascia mai la sua casa e le adorate orchidee. 

I miei gialli

Noi italiani lo chiamiamo giallo, e non romanzo poliziesco, per via del colore della copertina usato per contraddistinguere la collana ( Il Giallo Mondadori) nata nel 1929 da un’idea di Lorenzo Montano.
Non ricordo quale sia stato il primo libro giallo che ho letto. Ricordo però le nottate passate in compagnia dei personaggi scaturiti dalla penna di: Agatha Christie, Ellery Queen, Conan Doyle, George Simenon……..
Mi sto cimentando nella stesura di un giallo, gli ingredienti ci sono, la fantasia non manca, il mio solito pizzico d’umorismo e….                                                        IO PARTEGGIO PER L’ASSASSINO.